Due parole su di me

Luigi Gravagnuolo, 56 anni, è il terzo dei sette figli di Rosa Salsano ed Alfredo Gravagnuolo. Sposato dal 1979 con Carmela Colucci, ha quattro figli: Antonia, Alfredo Maria, Giuseppe e Rosa.

FORMAZIONE POLITICA
Cresciuto nell’Antoniana, l’azione cattolica dei francescani di Piazza San Francesco a Cava de’ Tirreni, ha iniziato l’impegno politico come tanti giovani suoi coetanei nei gruppi giovanili del ’68, aderendo alla “Quarta Internazionale”, organizzazione dei trotskisti italiani, allora molto attiva a Cava.
Nel 1978 (dopo la vicenda Moro) aderisce al PCI. Ha seguito poi l’evoluzione del partito partecipando da militante e dirigente al PCI-PDS, al PDS e ora ai DS. E’ stato segretario cittadino del PDS negli anni 1996/97. E’ membro della direzione provinciale e regionale del partito oltre che componente della commissione nazionale dei DS sulla riforma della pubblica amministrazione.

STUDI E VITA PROFESSIONALE
Ottenuta la maturita classica nel 1969 al liceo Marco Polo di Venezia, in quanto collegiale al Morosini e laureatosi in filosofia presso l’Università degli Studi di Napoli nel 1974 ha insegnato negli Istituti di Istruzione Secondaria di 2° grado. Gli ultimi anni di insegnamento li ha svolti al “Vanvitelli” di Cava de’ Tirreni.
Tra i principali corsi post-laurea, quello in Direzione generale degli Enti Locali presso l’Università Bocconi di Milano.
Ha insegnato con contratti di diritto privato Teoria e Tecnica del Linguaggio Giornalistico presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno e Gestione di Impresa Pubblica presso la Scuola di Specializzazione post-laurea in Economia e Diritto della Pubblica Amministrazione, sempre all’Università degli Studi di Salerno.
E’ stato formatore su Il linguaggio della TV nel Corso di Formazione professionale per “Professionisti dell’informazione multimediale”, oltre che formatore di Comunicazione Pubblica al Corso di formazione “Content Editor” relativo al progetto Meteora.
Giornalista pubblicista, è stato redattore del periodico Dossier Sud, diretto da Giuseppe Marrazzo, con sede in Salerno, negli anni 1982/84 e direttore, oltre che di vari periodici locali della provincia di Salerno, della radiotelevisione Salerno Sera, con sede in Salerno, negli anni 1989/91.
Ha partecipato, fin dalla sua fondazione, alla costruzione del Parco Scientifico e Tecnologico di Salerno e delle Aree Interne della Campania.
Durante l’esperienza nel PST, di cui è stato anche Vice-presidente, ha ricoperto molti incarichi professionali come:
consulente e responsabile della comunicazione aziendale del Parco;
collaboratore ed analista sul progetto Dinnos (Diffusione e Divulgazione dell’Innovazione Scientifica e Tecnologica nell’area beneventana), fase 2.1: Monitoraggio della domanda e dell’offerta di servizi nell’area beneventana;
collaboratore ed analista sul progetto Valamb (Valorizazione della qualità delle risorse ambientali e produttive del sistema economico locale e riqualificazione delle peculiari interazioni), fase 1.3.1.2.1: Guida alla realizzazione dei sistemi di monitoraggio;
consulente della Società S.A.C.I.S. (gruppo RAI) per lo Studio, impostazione ed articolazione di iniziative e manifestazioni nel campo dello spettacolo e per la Gestione delle Pubbliche Relazioni con gli Enti Pubblici Locali, nonché in occasione dello svolgimento di particolari iniziative;
coordinatore del progetto SIRIIM (Sistema di Integrazione Ricerca-Imprese-Istituzioni-Mercato), per la fase: Messa a punto di metodologie per la diffusione dell’Innovazione e per l’orientamento delle attività scientifiche alle esigenze delle PMI locali.
Negli anni 2002/04 è stato componente del CdA dell’APSTI (Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani).
Dal 27 Novembre 1998 al 30 Giugno 1999, inoltre, è stato Presidente del Nucleo di Valutazione del Fondo di Rotazione di Sostegno all’Imprenditoria Giovanile del Comune di Nocera Inferiore.
Terminata l’esperienza nel Parco Scientifico e Tecnologico di Salerno e delle Aree Interne della Campania, ha assunto l’incarico di Direttore Generale del Comune di Baronissi e consulente del Comune di Baronissi per la Valutazione dei Dirigenti e per la Gestione della Carta dei Servizi, nonché componente del Nucleo di Valutazione dei Dirigenti dell’Ente. In questa veste si è occupato della gestione del personale, dei progetti strategici di sviluppo della città (ad es. Città dei Giovani e dell’Innovazione), della comunicazione pubblica ed istituzionale dell’Ente e del miglioramento della qualità della vita dei cittadini.
Nell’anno 2001 il Comune di Baronissi, grazie a queste innovazioni, ha vinto il premio “100 città” al Forum della Pubblica Amministrazione per il miglior progetto nazionale di riorganizzazione degli apparati comunali. Il progetto era ispirato alle metodologie della learning organisation.
Da Direttore Generale ha avviato nella cittadina dell’Irno il sistema di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti, che nel giro dei soli primi tre mesi raggiunse il 46%. Contestualmente ha garantito la stabilizzazione dei Lavoratori Socialmente Utili in carico al Comune.
E’ stato Capostaff del sindaco De Biase a Salerno e componente del Nucleo di Controllo Strategico del Comune di Salerno.
Dal 2006 al 2009 è stato Sindaco del comune di Cava de’Tirreni (SA).